Bio

Nato a Bergamo nel 1980.
Ha ricevuto la laurea in scultura con il massimo dei voti presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano.
Attraverso l’uso di diversi media e linguaggi espressivi la ricerca artistica di Dario Tironi rimanda a particolari temi e problematiche che caratterizzano la società contemporanea come i risvolti ecologici e le conseguenze dell’attività umana sull’ambiente, gli squilibri globali, le contraddizioni di un ordinamento sociale basato sull’ideologia capitalista e consumista, l’alienazione dell’essere umano imbrigliato nell’ individualismo esistenziale.
Nel complesso il suo lavoro appare teso nel difficile equilibrio tra una partecipazione schietta e “nuovo realista” alla materialità anche invasiva dei nostri tempi e una sorta di tensione ideale e malinconica, benchè bilanciata da un’estetica vivace, verso la ricerca di un armonia che si potrebbe definire classica.
Nella sua pratica artistica si serve di una moltitudine di materiali eterogenei, spesso presi dalla quotidianità, oggetti trovati e materiali di scarto, prodotti della contemporanea”Era della plastica”: accessori, apparecchi tecnologici, giocattoli e bambole, elettrodomestici e soprammobili, gadget di ogni tipo e prodotti di massa. L’utilizzo di questo materiale, quale elemento caratterizzante la sua originale cifra stilistica, assume un valore intrinseco in quanto prodotto tangibile della nostra società e gli oggetti, caricati di simbolismi e reminescenze, acquistano la capacità di descrivere l’ identità culturale e il gusto estetico ma anche, proprio in virtù della loro obsolescenza, i futili desideri ed i bisogni indotti.
Ha esposto in numerose mostre collettive e personali in gallerie ed Istituzioni, le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero.

Dario Tironi was born in Bergamo in 1980.
He received a degree in sculpture with first class honours at the Brera Fine Arts Academy in Milan in 2006.
His work has been displayed on many occasions both in individual and collective exhibitions.

PRINCIPALI ESPOSIZIONI / MAJOR EXHIBITIONS

2010

  • “Premio Arte laguna”- special award, group exhibition, Tese dell’Arsenale di Venezia, curated by Igor Zanti
  • “Riciclarti 2010” – group exhibition, Padova, curated by Natasha Bordiglia and Marisa Merlin
  • “Realtà oggettiva”- solo exhibition, Galleria Gagliardi, San Gimignano (SI), curated by Isabella Del guerra
  • “Open 13”- Esposizione Internazionale di sculture ed installazioni, group exhibition, Lido di Venezia, curated by P. DeGrandis
  • “Variazioni estetiche”- solo exhibition, Museo Civico Archeologico e della Collegiata Casole d’Elsa, (SI)

2011

  • “Human constructions”- solo exhibition, Fortezza del Priamar, Savona, curated by Galleria Gagliardi and Galleria Conarte
  • “Waste”- group exhibition, Palazzo Guidobono, Tortona (AL), curated by C. Cattaneo and P. Lesino
  • “Premio Arte laguna”- group exhibition, Tese dell’Arsenale di Venezia, curated by Igor Zanti
  • “Cultura + Legalità = Libertà” – L’arte contro le mafie, group exhibition, Museo delle Scienze Naturali, Torino
  • “IV Premio Fabbri per l’Arte 2011” – Bologna, curated by Alberto Agazzani
  • “Urban new deal”- group exhibition, Palazzo dei Priori, Viterbo, curated by Ecoart project
  • “54 biennale di Venezia”- group exhibition, Palazzo delle esposizioni, Sala Nervi, Torino, curated by V. Sgarbi

2012

  • “Mine, l’esplosione del sé”- group exhibition, Art Kitchen Superground, Milano, curated by Jacopo Perfetti
  • “Cultura+Legalità = Libertà” – L’arte contro le mafie, group exhibition, Biblioteca Nazionale Centrale, Roma, curated by R. De chiara, in collaboration with Polizia di Stato
  • “New generation” – group exhibition, Festival delle arti audio visive, Palazzo Pisani, Lonigo, curated by M. Vanzan
  • “Waste”- group exhibition, Spazio Montana, Milano, curated by C. Cattaneo and P. Lesino

2013

  • “Game of cultures”- solo exhibition, Galleria Angelica, Roma, curated by D. Del Moro
  • “2nd International From Waste To Art”- group exhibition, Heydar Aliyev Foundation, Baku, Azerbaijan
  • “Da cosa nasce cosa”- permanet installation, Museo nazionale della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci, Milano
  • “Arte in terapia, diagnosi d’artista” – group exhibition, Festival dei due mondi, Spoleto, curated by A. D’atanasio & N. Miele
  • “Face to face” – group exhibition, Galerie Carré Doré, Montecarlo, Monaco

2014

  • “Dialogue”- group exhibition, Parco della Gherardesca, Four Seasons , Firenze
  • “Art in Italy” – group exhibition, Galerie Carré Doré, Montecarlo, Monaco
  • “In arte”- group exhibnition, Werkkunst Gallery, Berlin, Germany

2015

  • “ExpoArteContemporanea”- group exhibition, Villa Bagatti Valsecchi, Varedo, curated by Vittorio Sgarbi
  • “Contexto”- group exhibition, Comune di Edolo, curated by Paolo Sacchini
  • “Impatto 2.0”- group exhibition, Museo Nazionale Atestino, Padova, curated by Ilaria Magni and Lisa Celeghin

2016

  • “Dalla terra al cielo” – group exhibition, Polo Museale Gualdo Tadino, curated by C. Monacelli e F. SacchiTommasi
  • “Neuro art” – group exhibition, MLAC, Università La Sapienza, Roma, curated by Manuela Enna
  • “Monument to mankind”- solo exhibition, Piazza del Duomo, Galleria Paoli, Pietrasanta, curated by E. Paoli

2017

  • “Superfuture”- group exhibition, MAD Museum of art and design, Singapore
  • “Ho cercato l’armonia”- permanent installation, Il Vittoriale degli Italiani, Gardone, curated by Giordano Bruno Guerri
  • “Dialogue 2”- group exhibition, Parco della Gherardesca, Four Seasons , Firenze
  • “Plastic Beauty”- solo exhibition, SimonBart Gallery, Porto Cervo, Poltu Quatu
  • “Oggetti RImediati” – solo exhibition, Azimut, Brescia

2018

  • “Contemporary trasformations” – group exhibition, Duke contemporary art space, Bangkok
  • “Figure furìturibili” – solo show, Collezione Luigi Cattaneo, Ateneo di Bologna